A bordo di un jet privato: l’aviazione con più emissioni per il passeggero continua a crescere | Clima e Medio Ambiente

Una hora de vuelo en jet privado cuesta como poco unos 3.600 euros y puede superar los 10.000. Nonostante questi prezzi, negli ultimi cinque anni los vuelos ejecutivos in España han crecido 10 volte di più dei commerciali, sposati dal destino come Palma o Ibiza. Né l’emergenza climatica né le altissime emissioni del passeggero frenano l’espansione dell’aviazione privata. Alcune aziende trattano anche di seguire l’aumento della clientela con le modalità denominate “basso costo”, para compartir el coste de un avión privado entre distintos pasajeros (unos 450 euros por un asiento en un vuelo de una hora).

Una di queste aziende è Welojets, creata in Argentina e che ha appena stabilito la sua base centrale a Madrid prima del “grande potenziale di crescita” del mercato spagnolo. Per analizzare la ricerca di questo fenomeno, EL PAÍS ha occupato una delle 14 piazze di un jet privato nel suo volo inaugurale della stagione tra Madrid e Ibiza, invitato dalla compagnia.

Mentre alcune persone hanno ridotto le loro spese o il ritardo di montaggio sugli aerei commerciali per essere il mezzo di trasporto con emissioni più alte, uno dei principali reclami utilizzati dalle compagnie di jet privati ​​per attirare i passeggeri è non dover aspettare cola in aeroporto. “Llegas, pasas el control, te subes y despegas en menos de 20 minutos. Viaggiare in jet privato è come comprare tempo. El que puede permiserlo, no viaja de otra manera”, spiega Alfredo Lisdero, cofondatore di Welojets, all’interno di un lussuoso Gulfstream G550, “simile a quello di Leo Messi”.

Aereo privato modello Gulfstream G550 della compagnia Welojets.

Per le organizzazioni ecologiste, risulta molto contraddittorio che i passeggeri che più contaminano quelli che incontrano più facilità per volare. “L’aviazione commerciale è il mezzo di trasporto più contaminante, ma anche i jet privati ​​sono molto meno efficienti ed emettono 10 volte di più per i passeggeri che i voli regolari, es dire, hanno unas emissioni sproporzionate”, ha detto Cristina Arjona, responsabile della Movimentazione di Pace verde.

L’informazione è la prima attrezzatura contro il cambiamento climatico. Iscriviti a lei.

Iscriviti

Nel frattempo, la ONG Transport & Environment (T&E) considera l’inquinamento di questi aerei che potrebbero arrivare fino a 14 volte in un’aviazione convenzionale e che espellono due tonnellate di CO₂ per ora, quando un medio europeo emette anche questo tonnellato all’anno. Per i vagoni che possono essere realizzati anche in terra, tutte e due le entità coincidono nel fatto che la polución por pasajero è 50 volte più grande in treno. Il Ministero della Transizione Ecologica non ha dati specifici, ma Greenpeace ha calcolato che i veicoli privati ​​avrebbero provocato 243.900 tonnellate di CO₂ in Spagna nel 2022, lo stesso che la media annuale di 162.567 auto —ma provenienti da molte meno persone—.

Secondo i dati di AENA, nel 2019 —ultimo anno di prepandemia— hubo in Spagna 2,36 milioni di movimenti aeronavi, mentre nel 2023 è aumentato a 2,40 milioni, con una sottomissione che non arriva al 2%. In questo panorama generale, i getti privati ​​continuano a essere una minoranza, ma sono aumentati molto di più: un 21,8% (da 54.417 a 66.273 nello stesso periodo), e il settore crede che la tendenza seguirà l’alzarsi.

La European Business Aviation Association (EBAA), patrona europea dell’aviazione privata, ritiene che questo tipo di voli ronda l’8% del totale in Europa e consideri la Spagna il quinto mercato del continente per numero di operazioni, tra Francia e Regno Unito. Alemania e Italia—, si bien Ibiza y Palma están entre los destini que más vuelos reciben, sobre todo en verano. AENA si reca all’aerodromo delle baleari, all’aeroporto di Madrid, Barcellona e Málaga; queste cinque installazioni dispongono di un terminale specifico per i tuoi esecutivi.

“El recente incremento de los vuelos privados en Europa (alrededor del 7% desde 2019, secondo Eurocontrol) se debe a varios factores”, ha dichiarato Róman Kok, rappresentante dell’EBAA. “Por un lado, la pandemia alteró los patrones de viajes y mucha gente buscó entornos más seguros; d’altro canto, l’aviazione commerciale riempiva le vacanze che facevano l’aviazione commerciale (quando si perdevano miglia di volo). Ora, le attività aziendali si sono intensificate, quindi sono necessarie soluzioni di viaggio efficienti per dirigenti e professionisti”, aggiunge.

“Più corto di un viaggio in metropolitana”

Los periodistas suben al lujoso jet, capaz de hacer vuelos transoceánicos y viajar hasta 13 horas sin repostar. Amplia cocina, dos estancias, sillones espaciosos, amplios ventanales, menu con jamón ibérico y Moët & Chandon que casi no da tiempo a degustar. L’aereo si allontana con suavidità e in 45 minuti atterrisce nel suo destino. “Ha sido el viaje que se me ha hecho más corto en la vida, me ha parecido más breve que un vassoio in metro”, dice un periodicista.

Interno dell’aereo privato Gulfstream G550 prima della partenza sull’aeroporto Adolfo Suarez Madrid-Barajas. M.Á. M.

L’ambientólogo Andreu Escrivà reflexiona por teléfono sobre esta cuestión: “L’accelerazione, la falta de tempo e la prisa son uno dei grandi vettori che impulsano il cambio climatico. La prisa contamina. Abbiamo questa necessità di arrivare prima a tutte le parti, non si sa bene perché, anche per andare a Ibiza a tumbarte sulla spiaggia, e questo sta generando emissioni extra in molti settori —coges el coche en vez de metro o bici para llegar antes —, y en ningún sitio se ve tanto como en los jets privados”.

In cabina, il comandante Juan José Sánchez — con 25 anni di esperienza, 15 dei quali in volo esecutivo — dirige il volo: “In questo tipo di volo dobbiamo adattarci completamente al cliente. Cuando el pasajero llega al terminal lo recibo, le digo que deje las maletas y le intentamos dar todo lo que pida. Può essere uno ristorazione especial, un horario determinado, servicios cuando aterricemos en el destino…”.

Beatriz Tejedor, azafata del mismo avión, sirve copas y coloca bandejas con celeridad: “La diferencia con las aerolíneas normales è totale, eccoci un servizio 100% personalizzato. Cerchiamo i migliori ristoranti di cada sito al che volamos para que nos preparen la comida. Yo me encargo de comprar todo, desde la comida hasta un pijama si hace falta”. ¿Piden cosas muy raras? “No suelen ser muy excéntricos, la gente pide más hamburguesas y pizza que caviar”. Ese tipo de vuelos los suelen contratar deportistas, imprenditori, famosis, financieros… La mayoría, hombres. Escrivà, autore del Contra la sostenibilidad (Arpa), puntualizza: “Hay una voluntad de las élites de separarse del resto, de consumir diferente, la cuestión ya no es tanto que sea caro como que sea exclusivo. L’aviazione privata fornisce esta illusione di lusso, di un consumo esclusivo e di forma parte di una élite.

Interno dell’aereo Gulfstream G550; al fondo, Alfredo Lisdero, cofondatore di Welojets.
Miguel Angelo Medina

La marca quiere ampliar su clientela con jets privados “baratos” a Palma di Maiorca e Ibiza. “La forma más economica il viaggio aereo esecutivo è in un turboelica con capacità per tutte le persone. Un vuelo de una hora, más o menos lo que se tarda de Madrid a Baleares, vendita por unos 3.600 euros, con lo que se se juntan ocho amigos serían unos 450 por persona”, comenta Lisdero. Eso sí, hay que pagar también el vassoio de vuelta —mínimo, 900 en total— e compartir gastos con siete amigos. “Stiamo piantando che quelli che vedono possono essere condivisi (per persone che non si conoscono), anche se per questo oggi nos falta ver come è il tema della regolamentazione”, prosecuzione.

Non ti preoccupi che questo aumenti la contaminazione? “Molte imprese contaminano, de la construcción a los coches. L’aviazione aerea è una minima parte della quantità globale di emissioni. In ogni caso, l’innovazione nel settore dell’aviazione è affascinante. In 10 anni abbiamo aviones elettrici e i primi che los vamos a adoptar somos nosotros. Per esempio, ci siamo invertiti sull’Electra per acquistare 32 aeronavi con un generatore elettrico ibrido che funzionerà con combustibili verdi”. Gli ecologisti lo pongono in dubbio: “L’Agenzia Internazionale per l’Energia (AIE) aveva previsto che i combustibili per l’aviazione sostenibili (in inglese, SAF), rappresentassero il 19% dei combustibili per l’aviazione nel 2040, ciò significa che l’81% seguirá siendo queroseno de origen fósil”, adduce Arjona.

Róman Kok tercia: “Los vuelos privados contribuisce a las emisiones, ma è importante ponerla in prospettiva. Il settore dei trasporti aerei rappresenta una piccola frazione delle emissioni totali del trasporto aereo: lo 0,04% a livello globale. Ma riconosciamo l’impatto ambientale e stiamo lavorando attivamente per mitigarlo”.

Taylor Swift prende il suo volo privato all’aeroporto di Perth (Australia), in un’immagine di archivio. Faith Moran (GC Images/Getty Images)

Erin Vera, esperta di aviazione di T&E, aggiunge altre domande: “La maggior parte delle emissioni dell’aviazione se prodotte nel dispiegamento e nell’atterraggio, e molti dei voli aerei esecutivi sono molto brevi, meno di 500 chilometri, con lo que la sproporzione delle emissioni è ancora maggiore. In molti casi ci sono alternative ragionevoli in treno”. Uno degli esempi più sorprendenti è quello della cantante Taylor Swift, che in privato monitorava un account su X (@SwiftJetNextDay) dai registri pubblici. Secondo i suoi dati, l’artista —che appena dopo aver attivato due giorni a Madrid— ha utilizzato il suo jet privato per vuelos de menos de media hora e anche in un’occasione nel 2023 ha deciso di percorrere una distanza di unos 20 chilometri.

Sforzi contro il cambiamento climatico

“Esto crea bastante enfado en la gente comune: tu devi fare sforzi per combattere il cambio climatico in tu giorno a giorno, mentre los famosos cogen jets privados como si fuesen taxis sin tener en cuenta su huella climatica, e además lo cuentan en sus redes sociali. Eso desincentiva que la ciudadanía actúe”, añade Vera. Questo entusiasmo si è rivolto agli attivisti radicali del Futuro Vegetal che hanno protestato contro gli aerei esecutivi nel luglio dell’anno passato sull’aeroporto di Ibiza, dove hanno fatto rociaron uno di questi aeronavi con estintori e hanno continuato a chiudere la pista per alcune ore, finché non erano stati trattenuti.

Kok, dell’EBAA, risponde: “È comprensibile che l’aumento dei veicoli privati ​​possa essere percibido come contraddittorio rispetto agli sforzi di mitigazione del cambiamento climatico, ma il settore è compromesso con la sostenibilità. Inoltre, l’industria dell’aviazione esecutiva gioca un ruolo vitale nell’economia globale, generando più di 450.000 dipendenti in Europa, di cui 21.000 in Spagna, dove porta 3.100 milioni di euro al PIB”.

Tre attivisti di Futuro Vegetal si dipingono con la pittura e si lanciano su un jet privato sull’aeroporto di Ibiza, nel luglio del 2023. FUTURO VEGETALE

La portavoz de T&E añade otra injusticia: “Cuando llenas el depósito de tu coche de gasolina o gasoil, pagas impuestos por ese combustibile contaminante; en cambio, los ricos no pagan nada por el queroseno de sus aviones, que no está tasado”. La UE lleva tiempo estudiando si aplicar ese impuesto a todos los vuelos —no solo a los ejecutivos—, ma no se termina de concretar, en parte por las presiones del lobby turístico. “La aplicación de este impuesto está pendiente de aprobación a nivel comunitario. España aplicará lo que se apruebe a nivel comunitario”, risponde un portavoz del Ministerio de Hacienda. Escrivà señala: “Lo sforzo per mitigare l’emergenza climatica deve essere percibido come condiviso. Si se percibe como desigual, va a haber revueltas como las de los chalecos amarillos o los agricultores. È ragionevole pagare impuestos por la gasolina, ma non lo è che il queroseno de los jets privados no los pague”.

Per questi motivi, gli ecologisti credono che avrei dovuto proibire questo tipo di voli, o almeno limitarli. Francia ya proposto nel 2022 una iniciativa para reducir los viajes en aviación ejecutiva, en un plan secundado en Bruselas por países como Bélgica y Países Bajos. Tuttavia, la Commissione europea ha risposto nel 2023 di non prevedere restrizioni specifiche finché non esiste una normativa comune per tutto il settore aereo europeo. L’aeroporto di Amsterdam ha già annunciato la sua intenzione di vietare i voli esecutivi nel 2026, ma il Ministero dei trasporti spagnolo non ha prevé ninguna medida in questo senso.

Puoi seguire a Clima e Medio Ambiente en FacebookXo apuntarte qui para recibir nostra newsletter settimanale

Iscriviti per seguire leyendo

Lee sin límites

_


Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *